Autodemolitori: Nuova direttiva (UE) variazioni in arrivo

E’ in fase di attuazione il decreto legislativo che apporta numerose modifiche alla direttiva CE 2000/53/CE relativa ai veicoli fuori uso.
L’attuazione degli articoli della direttiva (UE) 2018/849 porterà numerose variazioni che riguarderanno tutti gli autodemolitori.
In particolare, è chiaro l’intento di regolamentare il settore sia dal punto di vista dello smaltimento dei veicoli in disuso, dal punto di vista “rifiuto” con tutte le sue caratteristiche e normative e sia dal punto di vista dei ricambi.
Il sistema di controllo ipotizzato dal decreto in approvazione, si baserà sulla misurazione e sulla certificazione del peso dei veicoli in demolizione in entrata e in uscita dai siti di riferimento.
In Particolare poniamo in evidenza quattro dei numerosi articoli che compongono la proposta di decreto che sottolineano e evidenziano tutti gli aspetti citati.

Art.3) “rafforzare l’efficacia e l’efficienza dei sistemi di tracciabilità e contabilità dei veicoli, dei veicoli fuori uso e dei rifiuti derivanti dal trattamento degli stessi, con particolare riferimento all’obbligo di pesatura dei veicoli fuori uso nei centri di raccolta”

 La lettera P) “inserisce nell’art. 6 del D. Lgs. n. 209-03 un nuovo comma 3-bis con ii quale si prevede che i produttori dei veicoli assicurano le migliori prestazioni ambientali e l’efficienza dei centri di raccolta convenzionati attraverso la verifica dei modelli unici di dichiarazione ambientale (MUD) previsti all’art. 11, comma 3, e del possesso delle certificazioni ISO 9001 e 14001, EMAS o altro sistema equivalente di gestione della qualità sottoposto ad audit e che comprenda anche i processi di trattamento ed ii monitoraggio interno all’azienda.

La norma – sottolinea la relazione illustrativa – mira a responsabilizzare i produttori, in attuazione del criterio direttivo specifico dettato dall’art. 14, comma 1, lettera a), numero 3) della legge di delegazione europea 2018, concernente ii rafforzamento dell’efficacia e dell’efficienza dei sistemi di tracciabilità e di contabilità dei veicoli, dei veicoli fuori uso e dei rifiuti derivanti dal trattamento degli stessi, con particolare riferimento all’obbligo della pesatura dei veicoli fuori uso nei centri di raccolta.”


“La lettera aa) modifica, invece, ii comma 2-bis dell’art. 7, specificando che i responsabili degli impianti sono tenuti a comunicare ii peso effettivo dei veicoli fuori uso in ingresso negli impianti ottenuto dal sistema di pesatura posto all’ingresso dello stesso impianto di trattamento.”

“La lettera qq) del comma 1 dell’art. 1 integra i requisiti relativi al centro di raccolta e all’impianto di trattamento dei veicoli fuori uso previsti dall’allegato I, al fine di introdurre l’obbligo, per i centri di raccolta, di dotarsi di un adeguato sistema di pesatura per i veicoli fuori uso in ingresso.
La relazione illustrativa sottolinea che la norma in esame consente di attuare ii criterio di delega recato dal numero 3) della lettera a) del comma 1 dell’art. 14 della L. 117/2019.
Tale criterio richiede infatti di “rafforzare l’efficacia e l’efficienza dei sistemi di tracciabilità (…)con particolare riferimento all’obbligo della pesatura dei veicoli fuori uso nei centri di raccolta“.

E’ evidente che questa normativa ci riguarda molto da vicino, i nostri sistemi di pesatura, registrazione e tracciabilità assolvono a tutte le richieste relative all’attuazione di questo provvedimento.
Ricordiamo inoltre che i nostri impianti sono sempre progettati su misura per soddisfare ogni esigenza normale e particolare dei nostri clienti.

Il nostro ufficio commerciale è a disposizione di tutti coloro che in attesa di approvazione del decreto vorranno valutare tutte le possibilità e opportunità messe a disposizione dai nostri sistemi di pesatura.

Cogo Bilance accreditamento ISO 17025

 

L’avevamo annunciato e da oggi, COGO BILANCE raggiunge un ennesimo prestigioso riconoscimento: l’accreditamento come Centro LAT n. 292  da parte di ACCREDIA, quale laboratorio di taratura accreditato per impianti di pesatura NAWI fino a 150.000 kg. e di masse fino a 2.000 kg.
Un traguardo importante, che ci consente come leader già riconosciuti nell’ambito della progettazione di impianti e sistemi di pesatura industriale e nella produzione di bilance elettroniche di precisione, di ampliare ulteriormente il valore delle componenti di servizio offerte ai nostri clienti con un laboratorio di metrologia certificato in base alle Norme ISO 17025.

L’atmosfera che si respira in azienda è di quelle da grandi occasioni. Dopo qualche minuto di attesa riusciamo a “strappare” un commento a Fabio Martignoni” Amministratore Delegato di Cogo Bilance
L’accreditamento raggiunto – dichiara sorridente – rappresenta un premio per la nostra azienda che vanta oltre 100 anni di storia nell’ambito degli impianti di pesatura, oltretutto ottenuto in un periodo così difficile per tutto il mondo. Un grazie va alla disponibilità dimostrata dai funzionari Accredia che hanno condotto le opportune verifiche sui nostri laboratori, di persona e online. Ringrazio di cuore tutti i miei collaboratori, protagonisti assoluti di questo risultato. Un risultato che considero come una nuova rampa di lancio per garantire ai nostri clienti una sempre più efficace e solida collaborazione in un’ottica non solo commerciale ma di vera e propria partnership con i nostri clienti.”
Ed è vero! Infatti oltre a poter eseguire tarature in regime di certificazione ISO 17025 , il nostro laboratorio  potrà effettuare le VERIFICHE PERIODICHE su impianti di pesatura di qualsiasi Marca e tipo in base al DM 93 che  regolamenta i requisiti richiesti ai laboratori accreditati a far data dal 30-06-2020.
Insomma un altro importante risultato raggiunto dalla nostra azienda e un risultato che ci fa molto piacere condividere con voi.
Qui il link per ulteriori informazioni e per visualizzare le certificazioni

#pesiamounnuovofuturo

RIPARTIAMO IN SICUREZZA

Finalmente dopo quasi due mesi, tante aziende come noi possono finalmente riaprire.
È sicuramente una buona notizia ed un segnale di ritorno a una vita quasi normale.
Quasi, poiché per la salvaguardia di tutti, siamo chiamati ad adottare comunque tutte le misure che ci permettano e ci permetteranno, di lavorare in sicurezza per evitare così in ogni modo la ricomparsa di pericolosi focolai.A questo proposito Cogo Bilance propone una serie di prodotti che permettono di evitare “contatti ravvicinati” tra chi gestisce le operazioni di pesatura e la sua controparte.

Cominciamo parlando dei VISORI RIPETITORI DEL PESO.
Di varie grandezze e modelli, possono essere installati in modo che sia all’interno di un ufficio, sia all’esterno, il peso possa essere visualizzato a distanza senza problemi mantenendo così le necessarie distanze tra gli operatori.

Il SOFTWARE MATRIX poi, permette che le operazioni di pesatura vengano gestite su una o più postazioni PC mantenendo le distanze tra chi elabora i dati del peso e chi come cliente, fornitore o collega, ne deve usufruire. Si ha anche la possibilità di installare dei TOTEM esterni agli uffici che agevolano l’impostazione dei dati e il ritiro di stampe o cartellini di avvenuta pesata.

Le TELECAMERE di lettura targhe e facciali con anche rilevamento della temperatura corporea permettono di gestire le operazioni a distanza non consentendo l’ingresso a mezzi o persone non abilitate in stabilimenti o uffici o autorizzando l’ingresso solo in alcune zone.

SMARTSCALE è poi il prodotto di punta e il più innovativo. (vedi il video)
Grazie alla sua gestione tramite cloud i dati di ogni singola pesata vengono gestiti a distanza ed in ogni luogo. Oltre alla pesata può essere rilevata ogni tipo di indicazione relativa al funzionamento della bilancia stessa, le condizioni di operatività e molto altro.
Fra i tanti citiamo ad esempio allarmi quali: spostamento della bilancia, urti subiti, sovraccarichi, e inoltre rilevamento costante delle temperature d’esercizio e delle condizioni climatiche come l’umidità ambientale, ed infine la fotografia di ciascuna pesata o altri dati a richiesta del cliente.In questo modo, la bilancia viene controllata dall’utente in remoto e in assoluta sicurezza consentendo la verifica di quanto accade nelle postazioni di pesatura in tempo reale.
Il sistema SMARTSCALE rende la bilancia un prodotto innovativo, sicuro e veramente “tailor-made”.
I nostri tecnici, a cui sono state fornite tutte le informazioni ed i dispositivi di protezione necessari per poter intervenire per le operazioni di manutenzione, taratura e verifica periodica, sono, unitamente ai nostri responsabili commerciali, a vostra disposizione per ogni necessità o chiarimento.

#pesiamounnuovofuturo

Emergenza covid 19, aggiornamenti.

Non sono periodi semplici, lo sappiamo e a anche noi seguendo le disposizioni governative a tutela della nostra e dell’altrui salute abbiamo ufficialmente chiuso le attività di ufficio lavorando però in smart working per tutte quelle attività che possono essere effettuate da remoto. Teniamo però a comunicare che continua l’operatività nel rispetto delle condizioni di sicurezza degli operatori che abbiamo adottato in assoluta completezza, su tutto il settore delle manutenzioni e riparazioni per i settori produttivi che ancora stanno operando e che ringraziamo a nome di tutta la popolazione. Siamo quindi pronti anche noi a fare la nostra parte per risolvere qualunque problema delle aziende che avranno la necessità di manutenere o revisionare i loro sistemi di pesatura per poter procedere con le produzioni fondamentali per tutta la collettività.
Potrete contattarci tramite i canali ufficiali e a questo indirizzo mail: info@cogobilance.it
Vogliamo anche segnalarvi la possibilità di valutare il nostro sistema “Smart Scale”.
Mai come in questo momento dove la verifica dei dati da remoto si rivela indispensabile per il controllo di qualunque sistema, “Smart Scale” si sta rivelando una soluzione efficace per l’acquisizione dei dati di pesature tramite cloud dedicato. Condizioni di operatività, funzionamento della bilancia in relazione all’ambiente circostante, acquisizione del dato di pesatura in remoto e decine di altri controlli applicabili al sistema, aiutano gli operatori e limitano i rischi di vicinanza fra gli addetti alla pesatura. Tutte le informazioni potrete trovarle in questo video  e saremo lieti di rispondere a qualunque domanda in merito. Per questo potrete contattarci tramite mail al seguente indirizzo info@cogobilance.it o telefonicamente tramite i numeri di telefono che potrete trovare nella nostra pagina di contatto.
In sintesi, nonostante la nostra nazione stia passando un periodo a dir poco drammatico, anche noi cerchiamo di renderci utili nel facilitare ed agevolare il lavoro di chi è in prima linea per sostenere l’economia del paese e a garantire produzione, spedizione e commercializzazione di beni essenziali.
Noi ci siamo ed insieme ce la faremo, ne siamo convinti.

Fabio Martignoni
Amministratore unico
Cogo Bilance

IL RINASCIMENTO DEI BAMBINI, 600 anni di accoglienza agli Innocenti di Firenze.

Lo sappiamo, molto probabilmente qualcuno si starà domandando:” ma cosa centra con le bilance questo argomento?”
La risposta sta nella nostra attitudine di impegnarci nelle buone cose e in quelle che riteniamo meritevoli di essere sponsorizzate e divulgate anche tramite i nostri mezzi di comunicazione, e per una volta lasciatecelo fare.
Eh sì perché la storia che si apprende visitando la mostra che sarà visibile a Varese dal 14 al 21 febbraio presso la Camera di Commercio, a Busto Arsizio dal 23 febbraio al 1 marzo presso l’Istituto Don C. Costamagna e a Novara dal 4 all’11 marzo  al Castello Visconteo Sforzesco è di quelle che ci fanno capire quanto l’esperienza unica e preziosa dell’ospedale degli Innocenti di Firenze sia una realtà che nei suoi sei secoli di storia ha saputo coniugare senza pari al mondo “bellezza” e “accoglienza“.
Attraverso un percorso iconografico, la mostra celebra i 600 anni dalla fondazione dell’Ospedale degli Innocenti di Firenze e permette al visitatore di scoprire una realtà riconosciuta come prima opera totalmente dedicata all’infanzia nella storia d’Italia.
Visitando la mostra, si potrà percepire e assaporare la bellezza di un luogo affascinante grazie alle testimonianze artistiche e alla ricchezza documentaria; un luogo che tuttavia ancora oggi è un ambiente vivo.
Si pensi che il progetto fu curato da Filippo Brunelleschi, mentre il nome deriva dall’episodio contenuto nella Bibbia della strage degli innocenti; raffigurato, tra l’altro, in un affresco – conservato nell’edificio – di Bernardino Poccetti.
L’Ospedale degli Innocenti era finanziato dall’Arte della Seta – una delle più importanti corporazioni di arti e mestieri a Firenze – grazie al contributo degli iscritti. E rappresenta, inoltre, uno spaccato della vita dell’epoca quando i bambini venivano abbandonati in una sorta di acquasantiera sotto il porticato.
Una curiosità: non tutti sapranno poi che i cognomi “Innocenti, Degl’Innocenti e Nocentini”, parecchio diffusi a Firenze derivano da quelli che venivano attribuiti ai neonati abbandonati nell’Ospedale.
Vi diamo appuntamento dunque a Varese, Busto Arsizio e a Novara perché bellezza ed accoglienza sono da vivere come un’esperienza unica e preziosa e noi siamo felici quando possiamo esserne parte.
PS. L’ingresso è gratuito!